Contattaci allo 06 4199 0300 oppure inviaci una mail info@vantea.com

VANTEA SMART S.P.A.:

NOTA SULL’ INCREMENTO DEI MARGINI (+142%) AL 30 GIUGNO 2021

INDICAZIONI DI DETTAGLIO SUL CALCOLO DELL’EBITDA ADJUSTED.

Roma, 30 settembre 2021 – In riferimento ai dati della relazione semestrale al 30 giugno 2021 comunicati in data 27 settembre 2021 (si legga comunicato stampa), Vantea SMART informa che il valore dell’EBITDA Adjusted al 30 giugno 2021 è pari a euro 1.415.444 (+142% rispetto al dato registrato nel primo semestre 2020). A seguito del forte incremento dell’indicatore, il CEO di Vantea SMART ritiene utile illustrare nel dettaglio il calcolo dell’adjustment.

 

(importi in euro)
CALCOLO EBITDA ADJUSTED 30.06.2021 30.06.2020 % 31.12.2020 31.12.2019 %
EBITDA 1.236.676 1.303.735 2.100.821 1.639.723
(A) Contributi connessi a costi capitalizzati (42.875)
(B) Ricavi straordinari e non ricorrenti (25.307) (718.550) (718.550) (815.716)
(C) Sopravvenienze passive non ricorrenti 7.693
(D) Errori contabili anni precedenti 16.000
(E) Programma di formazione iniziale 158.154
(F) Costi straord. connessi alla voce del punto (B) 84.275 11.479
(G) Costi di R&S non capitalizzati 60.000 300.000
(H) Costi straordinari e non ricorrenti 117.300
(I)   Oneri Straordinari COVID-19 5.103 55.681
EBITDA ADJ 1.415.444 585.185 +142% 1.822.227 952.786 +91%
EBITDA ADJ MARGIN (sui Ricavi) 9,9% 11,8% 10,6% 12,8%

 

L’apparente diminuzione risente dell’andamento delle singole componenti, che sono, invece, tutte migliorate, come illustrato nel paragrafo successivo.

 

La voce A) viene sottratta all’EBITDA perché riguarda contributi (per lo più statali) ottenuti in cofinanziamento su progetti che l’azienda ha capitalizzato. Per simmetria, devono essere esclusi.

La voce B) viene sottratta perché riguarda ricavi non connessi all’attività ordinaria. I ricavi di cui all’esercizio 2019 riguardano una transazione che ha generato la plusvalenza. I ricavi di cui all’esercizio 2020 derivano da una sentenza definitiva favorevole all’azienda, che ha consentito di azzerare un debito, iscritto ma non dovuto, così generando la plusvalenza.

La voce C) viene aggiunta perché riguarda sopravvenienze passive straordinarie e non ricorrenti.

La voce D) riguarda una rettifica contabile di un errore generatosi in un precedente esercizio.

La voce E) riguarda un programma di formazione specialistica che l’azienda dedica ai nuovi assunti. Questa voce è centrale nello sviluppo del piano industriale e rappresenta una “spesa di impianto”.

La cybersecurity è un’attività estremamente complessa che richiede elevate competenze. In Italia, la domanda di tali competenze è fortemente disallineata rispetto all’offerta, a causa di una non felice programmazione scolastica e accademica: il numero di giovani formati su aspetti tecnici è di gran lunga inferiore alla richiesta di mercato. La distanza diventa ancora più elevata sui temi della cybersecurity.

Vantea SMART fonda il proprio piano industriale sulla naturale capacità dell’azienda di attrarre giovani tecnici, con un programma di inserimento di 40/50 persone all’anno. Queste persone vanno formate prima di diventare operative. Di fatto, ogni nuovo ingresso – a meno che non si tratti di un operatore di cybersecurity (la decisa minoranza) – necessita di un programma di formazione di 3-6 mesi. Formazione erogata o direttamente dall’azienda o, più spesso, da una scuola (in particolare, Vantea SMART collabora con alcuni ITS). Si precisa che gli studenti dell’ITS vengono assunti quando sono ancora a scuola. La formazione che riceve il neoassunto è una-tantum e straordinaria e, come detto, rappresenta un costo di impianto. Il costo di questo programma di formazione non viene capitalizzato ma viene considerato al di fuori dell’EBITDA, perché non operativo ma sostitutivo della formazione pubblica. Vengono, invece, considerati costo ordinario la formazione continua, i programmi di certificazione e la formazione erogata per i passaggi di area. I primi 3 mesi di formazione iniziale vengono considerati non ordinari, unici ed irripetibili, e, pertanto, posti fuori dal calcolo dell’EBITDA Adj.

La voce F) riguarda i costi sostenuti per ottenere i ricavi straordinari di cui alla voce B). Trattasi essenzialmente dei costi legali o giudiziari. Eliminando dal calcolo i ricavi, appare corretto eliminare anche i relativi costi.

La voce G) riguarda un’attività non operativa che l’azienda ha deciso di non capitalizzare. Così come per i ricavi, anche i costi vengono eliminati dal calcolo.

La voce H) riguarda costi sostenuti (al momento solo nel 2019) non facenti parte del ciclo operativo. La somma in questione, si riferisce, in particolare, ad una ristrutturazione.

La voce I) riguarda i costi sostenuti per la pandemia. Trattasi per lo più di materiale sanitario e test di laboratorio.

 

Si segnala che, a parziale rettifica del precedente comunicato, l’EBITDA Adj è cresciuto del 142% e non del 108%.

 

L’adjustment di cui sopra si applica anche al calcolo dell’EBIT Adj:

 

(importi in euro)
CALCOLO EBIT ADJUSTED 30.06.2021 30.06.2020 % 31.12.2020 31.12.2019 %
EBIT 1.236.676 1.303.735 1.961.932 1.595.278
(A) Contributi connessi a costi capitalizzati (42.875)
(B) Ricavi straordinari e non ricorrenti (25.307) (718.550) (718.550) (815.716)
(C) Sopravvenienze passive non ricorrenti 7.693
(D) Errori contabili anni precedenti 16.000
(E) Programma di formazione iniziale 158.154
(F) Costi straord. connessi alla voce del punto (B) 84.275 11.479
(G) Costi di R&S non capitalizzati 60.000 300.000
(H) Costi straordinari e non ricorrenti 117.300
(I)   Oneri Straordinari COVID-19 5.103 55.681
EBIT ADJ 1.186.289 546.291 +117% 1.683.338 908.341 +85%
EBIT ADJ MARGIN (sui Ricavi) 8,3% 11,0% 9,8% 12,2%

 

COMPOSIZIONE ED EVOLUZIONE DEI MARGINI

Il Gruppo persegue la business strategy della diversificazione correlata, dove l’elemento di correlazione è rappresentato dalla tecnologia informatica. Il paradigma è quello dell’Informatica “come fine di business e come mezzo di business”. Il fine è rappresentato dall’offerta di Cybersecurity, che afferisce alla controllante Vantea SMART S.p.A. Il mezzo è rappresentato dall’area Digital, dove l’azienda opera direttamente in alcuni mercati mediante mezzi tecnologici sviluppati in casa. In tali mercati, quindi, l’azienda non è un operatore che si avvale di tecnologia sviluppata da altri, né una società di Information Technology che realizza prodotti e piattaforme tecnologiche per gli operatori: unendo le competenze di processo e le competenze IT, Vantea SMART è un operatore diretto che utilizza tecnologia sviluppata in proprio. L’area Digital, che si esprime nelle società controllate, contiene diversi business a diverso grado di maturazione. Al momento, i mercati affrontati sono: la distribuzione di prodotti food, beverage e no-food, la rivendita di un sistema gestionale aziendale (la SuiteX), il servizio di personal concierge (mediante l’APP Paspartù).

La Cybersecurity è un’attività matura, anche se soggetta a robusta crescita, sia di natura organica che straordinaria (per operazioni di M&A), e produce margini dal 16% al 18%, del tutto paragonabili ai migliori benchmark di riferimento. L’oscillazione tra il 16% e il 18%, o il superamento del limite, dipenderà dal peso delle varie componenti: consulenza (superiore al 18%), servizi (nel range 16% – 18%) e prodotti (tra il 12% ed il 16%). L’EBITDA Adj del semestre chiuso al 30.06.2021 è pari al 19,4% (dal 16,3% del precedente periodo), più alto del normale a causa dell’incidenza particolarmente bassa dei prodotti nel semestre.

Nell’area Digital ci sono componenti a diversa marginalità, ma con una maggiore possibilità di crescita.

La distribuzione Food & Beverage (e no Food) si muove verso una marginalità target dell’8%, cioè tra i migliori benchmark di mercato. Con il passaggio al marketplace e con il cambio di fatturazione (dalla merce alla sola commissione), ovviamente, la marginalità si impennerà. L’EBITDA Adj del semestre chiuso al 30.06.2021 è pari al 6,4% (dal 5,2% del precedente periodo). Il margine crescerà nel secondo semestre, per arrivare al target già nell’anno 2022.

Le altre aree sono a più alta marginalità, ma ancora non mature, quindi al momento non significative. Ciò che maggiormente conta è il target: per il settore legato alla piattaforma SuiteX si raggiungerà un margine intorno al 40%.

Anche il settore del Personal Concierge ha un’alta marginalità potenziale, con target intorno al 40%. Nello specifico, si sta studiando un cambio di modello remunerativo, basato sui risultati di una sperimentazione di 6 mesi, appena lanciata con un primario partner internazionale. Un esito positivo potrà determinare un cambio di strategia ed un innalzamento dei margini.

CONTATTI:

Vantea SMART S.p.A.
INVESTOR RELATIONS MANAGER
Claudia Romani, ir@vantea.com

Integrae SIM S.p.A.
NOMINATED ADVISER
info@integraesim.it | Tel. +39 02 87208720

Spriano Communication & Partners
UFFICIO STAMPA
Matteo Russo, mrusso@sprianocommunication.com | Mob. +39 347 9834 881
Fiorella Girardo, fgirardo@sprianocommunication.com | Mob. +39 348 8577766